Most Popular

The Best Ways To Save your Funds When Hiring Packers Movers in India
Whenever you choose to proceedderived from one of spot for a yet another you'll need a new packers and moversaid. ... ...






AMERICA/BRASILE - Congresso missionario: corruzione, mancanza di etica, devastazione ambientale interpellano una "Chiesa in uscita"

Rated: , 0 Comments
Total hits: 7
Posted on: 09/15/17
Recife – “Il 4° Congresso Missionario Nazionale è stato l'incontro di sorelle e fratelli che hanno condiviso la loro fede, le loro lotte, le loro angosce, i loro sogni, le loro speranze. Durante questo tempo abbiamo sentito agire in noi lo Spirito Santo, protagonista della missione, rafforzando la nostra convinzione che essere missionari è una grazia e una responsabilità”. Così si esprime il Messaggio finale del 4° Congresso Missionario Nazionale del Brasile, che si è concluso domenica 10 settembre a Recife, con oltre 700 partecipanti di tutte le zone del Brasile, riuniti dal 7 settembre. L’evento è stato organizzato dalle POM del Brasile, dalla Commissione episcopale per l’animazione missionaria e dall’arcidiocesi di Olinda-Recife, sul tema “La gioia del Vangelo, per una Chiesa in uscita”.
“L'esempio di martiri e profeti come Dom Helder Câmara, ci ha aiutato a guardare al Brasile, immerso in una profonda crisi che colpisce noi e tanti fratelli e sorelle impoveriti, esclusi e scartati” è scritto nel messaggio, che denuncia il rafforzamento delle politiche neoliberiste che restringono i diritti e peggiorano la situazione dei lavoratori, dei popoli indigeni, dei pescatori e di coloro che vivono in altre periferie geografiche ed esistenziali. Le riforme del lavoro, della previdenza, della politica e dell'istruzione, come la ripresa delle privatizzazioni, dimostrano che il governo e il Congresso Nazionale hanno voltato le spalle alla gente. Inoltre si evidenzia la corruzione e la mancanza di etica, della classe politica e di altri settori della società, che hanno portato al disincanto e alla disperazione i brasiliani. “Ci indigna la devastazione dell'Amazzonia, il degrado della natura e la violenza che spezza la vita delle leadership” prosegue il testo, che ribadisce: “Questa realtà, lungi dallo scoraggiarci, ci impone una vigorosa azione missionaria, trasformatrice, portatrice di libertà”.
Alla luce della Parola di Dio, dei documenti della Chiesa e delle parole e dei gesti di Papa Francesco, “autentico profeta missionario che ci anima nel cammino”, “siamo provocati a uscire da noi stessi, a lasciare la nostra terra, a toglierci i sandali per ‘percorrere’ il terreno sacro dell'altro, come ospiti, qui e oltre le frontiere”. “Nella missione, siamo incoraggiati dalla testimonianza e dal profetismo di tante donne e uomini che hanno trovato la loro gioia nel Vangelo e lo hanno condiviso con i prediletti di Dio nel dono radicale della loro vita”.
Si ribadisce inoltre che il missionario non porta un suo messaggio, ma quello dell’amore di Dio, ed è autentico “se cammina con altri missionari, superando la tentazione del monopolio della Buona Novella, riconoscendo la ricchezza dell'unità nella diversità e superando i limiti stretti della Chiesa particolare per lanciarsi nel mondo”.
L’ultima parte presenta alcuni impegni, primo tra tutti quello “affinché i bambini, gli adolescenti e i giovani siano protagonisti della missione, ovunque essi siano”. Quindi “riaffermiamo la vocazione dei cristiani laici e laiche come soggetti in missione. Confermiamo la testimonianza dei consacrati e delle consacrate, dei seminaristi, dei ministri ordinati - diaconi, sacerdoti e vescovi - che assumano sempre più la missione come risposta alla chiamata di Dio. Guidati dalla Santa Trinità, viviamo questa nostra vocazione nella sinodalità e nella comunione, impegnati come Chiesa in uscita che promuove l’incontro e proclama la gioia del Vangelo a tutti”.
Il missionario non può prescindere dall’atteggiamento dell’ascolto. L’indispensabile formazione missionaria nutre la spiritualità, crea la cultura della missione e contribuisce a far sì che tutti i battezzati assumano la loro vocazione missionaria. Quindi, ovunque ci troveremo, potremo ripetere quanto è inciso nei nostri cuori: "Tutto con la missione, nulla senza missione".


>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment
 

Login


Username:
Password:

forgotten password?